sabato 24 settembre 2016

Lombardia, “troppe autostrade poco trasporto pubblico”. E in consiglio spunta emendamento per tangenziale Ovest

Non bastano i problemi della Brebemi (poche auto e conti che non tornano) e della Pedemontana (mancanza di risorse per terminarla). Le autostrade continuano a farla da padrone nei piani di sviluppo delle infrastrutture della Lombardia contenuti nel Programma regionale mobilità e trasporti approvato dal Pirellone, con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra e il no dell’opposizione. La previsione per il futuro è di 315 nuovi chilometri
Non bastano i problemi della Brebemi (poche auto e conti che non tornano) e della Pedemontana (mancanza di risorse per terminarla). Le autostrade continuano a farla da padrone nei piani di sviluppo delle infrastrutture della Lombardia contenuti nel Programma regionale mobilità e trasporti approvato dal Pirellone, con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra e il no dell’opposizione. La previsione per il futuro è di 315 nuovi chilometri. L’elenco è lungo, tra i tratti che necessitano ancora di investimenti per essere terminati, come la Pedemontana a cui mancano ancora 53 dei 75 previsti, e le autostrade che ancora sono sulla carta o tra i desiderata della giunta Maroni, come la Cremona-Mantova, la Broni-Mortara, l’interconnessione Pedemontana-Brebemi (IPB) e la Varese-Como-Lecco. E a sorpresa è rispuntato pure un emendamento che rischia di fare resuscitare in futuro un pezzo di Tangenziale Ovest Esterna (Toem), il progetto criticato in passato dai sindaci dei comuni che verrebbero attraversati e che un emendamento votato in commissione Territorio aveva eliminato dal programma lombardo. Continua a leggere….