giovedì 22 settembre 2016

Prima il Como poi la Cremonese al Moccagatta: due partite che possono già cambiare la stagione

Domenica nel mirino il record degli anni ’20 ma con i lariani c’è un tabù da sfatare
Nella settimana che porta alla sfida del Moccagatta contro il Como, i grigi hanno ripreso la preparazione ieri alla Michelin in vista di una partita contro un avversario storicamente difficile. Lo dicono i numeri: il successo contro i lariani fra le mura amiche (guardando alla C unica e alla C1) manca da oltre vent’anni (ultima vittoria alessandrina per 2-1 ad inizio settembre del 1996). Per gli uomini di Braglia, in caso di successo, anche la possibilità di eguagliare il record che risale a fine anni ’20.  Statistica a parte il doppio appuntamento consecutivo casalingo (dopo i comaschi arriverà la Cremonese) servirà al tecnico dell’Alessandria per far ruotare i suoi. Il lavoro della settimana verterà molto sulla tattica: infatti il 4-4-2 di Braglia dovrà affrontare il 3-5-2 dell’ex grigio Fabio Gallo, da quest’anno sulla panchina del Como. Battaglia strategica quindi con almeno un paio di ballottaggi possibili. In difesa solita incertezza a sinistra tra Barlocco e Manfrin: se servirà un giocatore che spinge di più ci sarà nuovamente spazio per il primo. Se, invece, occorrerà fare attenzione alla fase difensiva la maglia da titolare sarà per l’ex Modena che con ogni probabilità incrocerà i tacchetti con l’esterno destro offensivo Marconi, uno abituato a spingere molto.  Continua a leggere…..