domenica 25 settembre 2016

Terremoto, raccolti con sms 15 milioni. Vasco Errani: “Riconoscimento pieno dei danni”

Il provvedimento del Governo sarà approvato entro il 3 ottobre. Finora raccolti 15 milioni. Errani: "Li useremo per programmare interventi capaci di resistere a nuove scosse, non con logica emergenziale". Gli altri punti: fondi certi per il risarcimento, trasparenza tramite Anac e open data, deroghe su fisco e lavoro
Oltre 15 milioni di euro donati via sms per la ricostruzione, che saranno spesi con un attenta programmazione degli interventi che guardi al futuro, all’insegna della massima trasparenza. I quattro presidenti di regione saranno “vice commissari” per la ricostruzione. Confermato il rinvio degli adempimenti fiscali, la deroga al patto di Stabilità dei Comuni e sulle assunzioni del personale negli enti locali per provvedere alla ricostruzione. Sono questi i punti sottolineati oggi da Vasco Errani, commissario del governo per la ricostruzione, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla ricostruzione dopo il sisma che ha colpito il centro Italia, tra cui Amatrice e Accumoli. Oggetto dell’incontro, l’illustrazione dei contenuti del decreto ricostruzione post-sisma che sarà approvato dal Consiglio dei ministri non oltre il 2 o il 3 ottobre. Continua a leggere….