domenica 30 ottobre 2016

Juve, Marchisio è già al massimo. Che gol Bonucci, Hernanes e Pjanic giù

Il Principino è rientrato in condizioni eccellenti, Barzagli perfetto, Lichtsteiner soffre troppo, che strappi Cuadrado
L’uomo copertina della Juve non può che essere Gonzalo Higuain, di cui non possiamo che parlarvi a parte. Non si fermano qui le note positive in casa bianconera, anche se sarebbe superficiale archiviare le difficoltà di manovra accusate contro il Napoli solo per via dei tre punti...
TOP: MARCHISIO — Notizia migliore per la Juventus non poteva esserci. Marchisio si è lasciato alle spalle il crac del crociato ed è rientrato in condizione eccellente. Un legamento che si spezza non intacca la qualità dei piedi e del cervello. Il Principino, che ha un’intelligenza calcistica da dichiarare nel 730, è entrato al 25’ della ripresa. E subito il gioco della Juve si è rivitalizzato. A tutto queste aggiungete un paio di letture davanti alla difesa da difensore aggiunto. L’emergenza a centrocampo è finita per Allegri.
FLOP: HERNANES E PJANIC — La manovra della Juve nel primo tempo sembrava orchestrata da un vecchio motorino che tieni in garage e che fai ripartire a stento dopo anni a riposo. Lenta, farraginosa, senza cambi di ritmo. Colpa del Profeta, che non dà mai sicurezza con la palla tra i piedi. Stasera ha anche fatto vedere un paio di cambi di gioco, ma non funziona neppure in fase difensiva. Male anche Pjanic, sacrificato da Allegri su Diawara e mai illuminante. Continua a leggere….