giovedì 27 ottobre 2016

Putin presenta Satan 2, il missile nucleare che può incenerire il Texas (o la Francia)

Le autorità russe hanno pubblicato un’immagine del nuovo missile balistico intercontinentale armabile con testate nucleari che sarà presto a disposizione delle forze armate di Mosca: si tratta dell’Rs28 Sarmat, noto anche come Satan-2 secondo la nomenclatura della Nato.  I primi test sono in agenda nel 2018. Il missile dovrebbe avere una gittata di 10-11mila chilometri e - secondo la testata filo-Cremlino Sputnik - può essere armato con dieci testate nucleari «pesanti» o 16 «leggere».  La tv “Zvezda”, che appartiene al ministero della Difesa russo, sostiene che se il predecessore di questo missile, l’R36M, è «capace di distruggere un’area vasta come il Texas», l’Rs28 si concentrerà soprattutto sulla velocità: potrà viaggiare a 10.000 chilometri all’ora, e sarà quindi «capace di superare qualunque difesa antiaereo».  Anche se ci sono ancora poche informazioni sulle caratteristiche tecniche del nuovo missile, alcune fonti sostengono che si tratti di un’arma a due fasi con una massa di almeno 100 tonnellate e una dozzina di testate, ognuna delle quali manovrabile individualmente.