domenica 30 ottobre 2016

Tra le barricate di Gorino, alla fine del Po: “Non è razzismo, abbiamo paura”

A Gorino vince la protesta: le 12 profughe non saranno accolte. Gli abitanti: «Facciamo fatica a sopravvivere». Il vescovo: ripugnante
Per l’Arcidiocesi di Ferrara quella di Gorino è stata una notte «che ripugna alla coscienza cristiana». Per il ministro Angelino Alfano, «quel che è accaduto non è Italia». Il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, si vergogna «di questa brutta pagina». Sui social, si clicca molto l’indignazione. Dall’altra parte della barricata, e non solo in senso metaforico, replica il capogruppo leghista in Regione. Alan Fabbri sproposita di «nuovi eroi della Resistenza contro la dittatura dell’accoglienza», fa anche rima, mentre Matteo Salvini twitta che lui, ovviamente, sta «con i cittadini di #Gorino».