domenica 27 novembre 2016

Adesso Erdogan minaccia di inondare l'Europa di profughi

Rappresaglia per il voto di Bruxelles contro l'ingresso della Turchia nell'Ue
La Turchia minaccia di riaprire le porte ai migranti verso l'Europa per farci ripiombare nell'incubo della marea umana di un milione di persone sulla rotta balcanica dello scorso anno.Il monito è stato annunciato dallo stesso presidente, Recep Tayyip Erdogan, come «rappresaglia» al voto dell'Europarlamento che chiede il congelamento del processo di adesione di Ankara alla Ue.La Turchia «aprirà i cancelli al confine con l'Europa ai rifugiati se l'Unione europea si spinge troppo oltre», ha tuonato il nuovo sultano. Due giorni fa l'assemblea di Strasburgo aveva votato a stragrande maggioranza lo stop al processo turco di adesione alla Ue. In realtà si tratta solo di un parere senza alcun potere, ma a Erdogan è saltata la mosca al naso soprattutto per il richiamo alla «spropositata repressione» dopo il fallito golpe di luglio e il mancato rispetto dei diritti umani. Nella risoluzione gli europarlamentari avevano espresso preoccupazione per i richiami dello stesso Erdogan alla pena capitale per i golpisti. Dopo l'affondo sui migranti, il presidente turco ha lanciato un'altra staffilata alla Ue ribadendo che «firmerà la legge sulla pena di morte se sarà approvata dal parlamento». Continua a leggere…..