giovedì 24 novembre 2016

Caso De Luca, l’ Antimafia chiede le carte alla Procura di Napoli. Lui: “Crociata del calamaro”

Verifica su eventuali indagini relativamente all’incontro in cui il governatore della Campania avrebbe chiesto a esponenti politici locali di schierarsi per il Sì al referendum
La presidente dell’Antimafia, Rosy Bindi, si è rivolta alla procura di Napoli per avere informazioni su eventuali indagini in corso relativamente all’incontro nel quale il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca avrebbe chiesto a esponenti politici locali di schierarsi per il sì al referendum.  «La commissione Antimafia - ha annunciato Rosy Bindi - all’unanimità mi ha incaricato di richiedere preventivamente informazioni urgenti alla Procura della Repubblica di Napoli, in merito ad eventuali indagini in corso, agli atti ed ai documenti acquisiti ed alla posizione dei soggetti coinvolti, per verificare i presupposti per l’avvio di un’inchiesta da parte della nostra commissione, presupposto che naturalmente è legato al tema mafia. Noi abbiamo sempre agito così per avviare le nostre inchieste ed anche questa volta useremo lo stesso metodo». Continua a  leggere….