venerdì 4 novembre 2016

Europa League, Southampton-Inter 2-1: decide un autogol di Nagatomo

I nerazzurri di Vecchi rimontati: dopo Icardi e il rigore parato da Handanovic a Tadic, Van Dijk pareggia e il giapponese infila la sua porta. Ultimo posto nel girone, eliminazione vicina
Toccava ai giocatori e ai giocatori è toccato ricevere anche gli insulti oltre che i due schiaffoni del Southampton. L’Inter, la prima di Stefano Vecchi, perde a Southampton 2-1 in rimonta (Icardi, Van Dijk e autogol di Nagatomo) lasciando quasi a zero le possibilità di andare ai sedicesimi di Europa League.
EQUILIBRIO — La prima Inter (con il lutto al braccio per la morte del padre del presidente Erick Thohir) di Stefano Vecchi è una squadra compatta: senza Brozovic squalificato e senza tutti gli esclusi dalla lista Uefa, restano poche scelte in mezzo al campo. Al fianco di Medel, squalificato in campionato, c’è Gnoukouri che proprio l’allenatore nerazzurro ha lanciato in Primavera. Sugli esterni Candreva e Perisic, con compiti inizialmente più difensivi. Banega parte come collante tra il mondo interista e Icardi. Dietro, Ranocchia di fianco a Miranda, D’Ambrosio e Nagatomo sugli esterni. Dopo 4’ l’Inter avrebbe anche l’occasione buona. Icardi lancia Banega sul lato corto dell’area inglese, l’ex Siviglia non calcia subito, ne dribbla uno e sbatte sul secondo vanificando il momento. La risposta dei Saints sta nel destro a giro di Rodriguez che sorvola la traversa. Dieci minuti e la gara è equilibrata: da un lato il 4-3-3 di Puel non infiamma il gioco, dall’altro il 4-4-1-1 di Vecchi tiene bene il campo. Continua a leggere….