giovedì 3 novembre 2016

Juve-Lione: top e flop. Bentornato Marchisio, Higuain segna ma...

L'infortunio del Principino è ormai un ricordo, il bosniaco non incide da trequartista. Il Pipita segna ma si divora il 2-0
Se alla fine non sai se sia una occasione persa o un passo avanti verso la qualificazione, vuol dire che è stata una partita strana. La Juve mostra varie facce durante i 90’, ogni interprete, anche i migliori, sbagliano qualcosa, e le colpe sono ampiamente condivisibili. Anche così, però, c’è chi convince più di altri.
TOP MARCHISIO — Nel primo tempo lo vedi difendere palla, smistare e far salire la squadra e ti rendi conto che con lui la Juve va a una velocità diversa. Nel finale ti ricordi che è alla seconda gara dopo il rientro dall’operazione: inevitabilmente cala, e il gol lionese nasce da un suo fallo. Però cambia la Juve e merita le attenuanti specifiche.
FLOP PJANIC — Crisi di rigetto: Pjanic non è ancora inglobato nella squadra. Allegri prova a spostarlo qualche metro più avanti, ma lui prosegue ad andare a ritmo ridotto e quasi a nascondersi fra le maglie della difesa avversaria. Urge una soluzione, che probabilmente passa anche da una crescita fisica del bosniaco. Continua a leggere…