sabato 26 novembre 2016

La sfida di Marion Le Pen da Firenze: "La Francia fuori dall'Ue"

"Siamo il Paese europeo dove si formano più jihadisti"
26 NOVEMBRE 2016
 Il grido antieuropeo di Marion Le Pen si alza da Firenze, città dove "I valori dell'antifascismo e della Resistenza costituiscono parte integrante della storia e della cultura cittadine, medaglia d'oro al valor militare per la Resistenza e la guerra di liberazione contro il nazifascismo", aveva ricordato il sindaco Dario Nardella alla vigilia dell'arrivo dell'esponente francese. La giovane è la nipote della leader del partito, Marine Le Pen. Marion Le Pen: uscire dall'Ue "Tutti i nostri avversari di destra e di sinistra dicono che vogliono cambiare l'Europa, con più Europa però. Noi invece diciamo che l'Ue non è riformabile e che bisogna uscirne. Siamo felici di portare avanti in Europa questa idea, per esempio insieme alla Lega Nord, ma non dobbiamo fonderci: l'importante è avere uno zoccolo comune a difesa della sovranità". "In Italia - ha spiegato - abbiamo bisogno di un alleato forte che combatta questa battaglia e veicoli insieme a noi un'idea nuova di Europa diversa da quella di oggi". Del resto, ha sostenuto, "oggi in Francia ci sono pezzi di territorio in cui non c'è più cultura né legge francese: c'è un ministro socialista e in Francia ci sono 100 Molenbeek, ci sono milioni di musulmani che vogliono applicare la sharia. Siamo il paese europeo dove si formano più jihadisti". Continua a leggere…