martedì 1 novembre 2016

Manovra, Bruxelles boccia la risposta italiana

Polemica sulla richiesta italiana di flessibilità fuori dal Patto per investimenti post sisma: tutto già previsto, non si faccia populismo a buon mercato
Ue e Italia trattano sulla flessibilità per l’emergenza e le misure antisismiche dopo la nuova terribile scossa di terremoto tra Umbria e Marche. La Commissione ribadisce di essere “pienamente pronta” ad aiutare la popolazione e le autorità italiane e conferma la possibilità di investire in prevenzione antisismica fuori dal Patto di stabilità che è prevista dalla comunicazione sulla flessibilità del 13 gennaio 2015. Ogni valutazione verrà fatta di fronte ai nuovi dettagli che fornirà il governo.  A Bruxelles, intanto, c’è insoddisfazione per la lettera di risposta dell’Italia ai rilievi al documento programmatico di bilancio. Delle 5 lettere ricevute, 3 sono più costruttive - Portogallo, Finlandia, Belgio - e 2, Italia e Cipro, lo sono meno, si afferma in ambienti dell’Unione.  Continua a leggere…..