sabato 5 novembre 2016

PSV-Bayern Monaco, rabbia Robben per la sostituzione. Ancelotti: "Normale"

L'olandese seccato con il tecnico dopo la sostituzione in Champions, ma la polemica è già rientrata
Nemo propheta in patria, ne Arjen quidem. Robben quel cambio subito martedì contro il Psv, a casa sua, non l’ha proprio accettato. Voleva giocarla tutta la partita di fronte ai suoi amici, di fronte ai suoi vecchi tifosi. Ancelotti però doveva pensare agli equilibri. In campo e nello spogliatoio. Ecco allora che al 64’ lo toglie e mette Douglas Costa. Passano dieci minuti e il Bayern segna il gol del definitivo 2-1. Non che il brasiliano sia stato determinante nell’azione del vantaggio ma di sicuro il cambio non è stato dannoso, anzi. Eppure Robben ha messo il muso. A fine partita è stato particolarmente critico analizzando la prestazione della squadra: "Nel primo tempo – ha detto – non abbiamo fatto bene. Se agli ottavi facciamo gli errori di oggi, diventa complicato passare il turno". Dichiarazioni che hanno sorpreso Lahm, che si è detto in disaccordo col compagno. Quelle di Robben erano però parole dettate dal nervosismo, tanto che lo stesso Arjen ha poi ammesso di essere seccato: "Sono dispiaciuto, e anche un po' incavolato – aveva spiegato –. In una partita così volevo giocare per 90’. Ancelotti forse ha pensato alla mia salute, ma stavo bene. Non ho bisogno di confrontarmi con lui su questa cosa, non ingigantiamo il tutto". Un confronto in realtà c’è stato eccome e ieri Ancelotti ha risposto pubblicamente all’olandese. Continua a leggere…..