venerdì 18 novembre 2016

Renzi a Berlusconi: «Una volta mi definisci dittatore, un’altra leader

Se no vince, niente governo tecnico»
La replica del premier a Berlusconi che ha detto di «non aver eredi, ma che l’unico leader ora resta Matteo». Renzi: «Non sono abbarbicato alla poltrona»
«Con il rispetto che si deve a Berlusconi, una volta mi definisce un pericoloso dittatore o quasi, una volta un leader. L’importante è che c’è una riforma della Costituzione che chi in passato ha votato per Berlusconi non può non votare». Questa le parole del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, giovedì mattina a Rtl102.5. Poi sui punti principali della riforma ha aggiunto: «anche Berlusconi è d’accordo». Se dovesse vincere il No «il 5 dicembre non ci sarà l’invasione delle cavallette ma rimarrà tutto come adesso. Gli italiani non si facciano fregare dai partiti. Gli elettori leggano il quesito e poi votino secondo coscienza». Continua a leggere….