martedì 29 novembre 2016

Usa, attacco in campus dell'Ohio: almeno 8 feriti, nessuno grave. Polizia: "Sospetto ucciso"

L'allarme dato dal servizio di emergenza dell'Università su Twitter: "Run Hide Fight". Polizia e Fbi arrivano sul posto. Gli agenti neutralizzano l'assalitore: un rifugiato somalo, residente negli Usa. Si è lanciato con la propria auto contro un gruppo di persone, quando è sceso ha colpito con un coltello da macellaio
NEW YORK - Allarme nel campus della Ohio State University: il servizio di emergenza dell'università avverteo su Twitter della presenza di un uomo armato nel campus. "Allerta: uno sparatore attivo nel campus", si legge sul post dell'università che invita le persone a mettersi al sicuro e a evitare la zona del college. "Run Hide Fight", le parole scritte, il protocollo da eseguire in caso di un allarme del genere. "Abbiamo sentito tre o quattro colpi d'arma da fuoco dall'altra parte della strada e poi l'arrivo della polizia e le ambulanze", racconta alla Cnn Wyatt Crosher che frequenta il campus. Tutti cominciano a scappare. Alcuni studenti si barricano nelle aule impolorando sui social gli altri di fare lo stesso. Le immagini del campus finiscono in onda in diretta su tutte le tv e su internet. Solo ore dopo si capisce la dinamica. L'assalitore è un rifugiato somalo, legalmente residente negli Stati Uniti, sostiene l'Nbc che cita fonti investigative. Si è lanciato con la propria auto contro un gruppo di persone e, una volta sceso, ha colpito chi aveva di fronte con un coltello da macellaio. Viene ucciso dalla polizia che gli spara tre o quattro volte.Inizialmente però la situazione è confusa. Chi scappa non capisce chi sta sparando. Le immagini in onda mostrano ambulanze portare via almeno otto feriti, nessuno è in pericolo di vita. Si pensa a un attacco armato. La polizia di Columbus circonda l'edificio e sul posto arriva anche l'Fbi che si concentra su un 'parking garage' dove si sarebbe potuto nascondere un secondo assalitore. Poco dopo gli agenti annunciano di aver ucciso uno dei sospetti dell'attacco, mentre testimoni su Twitter continuano a descrivere due persone in manette salire sulle auto della polizia. Dopo due ore di allerta la richiesta delle forze dell'ordine di restare al sicuro viene revocata, sul sito dell'Università appare l'annuncio: "Allarme rientrato". Situazione sotto controllo. L'assalitore era solo. Con i suoi circa 60mila studenti nel suo campus principale a Columbus, l'Ohio State University è uno degli atenei più grandi della nazione. Continua a leggere….