venerdì 2 dicembre 2016

Referendum, Renzi: "La polemica sui brogli nel voto allʼestero è un film che ritorna"

Il premier: "Eʼ fantapolitica dire che ci saranno elezioni anticipate con la vittoria del Sì, la riforma è garanzia di stabilità"
Nell'ultimo giorno di campagna referendaria, il premier Matteo Renzi affronta la questione dei brogli paventati da qualcuno. "Mi spiace molto, è un film che ogni volta si ripropone - ha detto in un intervento radiofonico -, il voto all'estero è stato proposto dall'allora ministro del centrodestra Tremaglia e votato a sinistra. Perché dire che lì si fanno i brogli e alimentare tensioni e polemiche?".
"Elezioni anticipate con il Sì? E' fantapolitica" - Parlando della possibilità di elezioni anticipate in caso di vittoria del "Sì", il presidente del Consiglio ha dichiarato: "Tutti questi retroscena fantapolitici non li prendo neanche in considerazione... La risposta è negativa, quando si va alle elezioni lo decide il presidente della Repubblica e il Parlamento".
"La riforma è garanzia di stabilità" - "Posso garantire la stabilità, ma non sarò mai il garante dell'immobilismo - ha proseguito Renzi -. Col mio governo il Paese si è rimesso in moto, io non sarò mai uno dei tanti che si barcamena per conservare uno strapuntino al sole. Se possiamo continuare a cambiare, io ci sono. Se dobbiamo tergiversare e galleggiare, sicuramente ci sono molte persone più brave di me". Continua a leggere…..