lunedì 30 gennaio 2017

Presidente Usa chiama Putin, Merkel, Hollande e Shinzo Abe

Stop ai rifugiati, aeroporti in tilt. Trump: sì a confini, no a caos come in Europa
 Staff Casa Bianca: nessun caos, solo 20 fermati
29 gennaio 2017
Donald Trump stringe i freni e in molti Paesi si fanno sentire le conseguenze del suo ordine esecutivo che mette al bando gli immigrati da 7 paesi musulmani (Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen). Proteste, ricorsi legali e caos negli aeroporti dopo il congelamento per tre mesi degli arrivi da sette paesi a maggioranza islamica e per quattro mesi del programma dei rifugiati.   "Il nostro Paese ha bisogno di confini forti e controlli estremi, ADESSO. Guardate cosa sta succedendo in tutta Europa e, anche, nel mondo, un caos orribile!". Così il presidente Usa torna a difendere in un tweet il decreto. Continua a leggere……