martedì 10 gennaio 2017

Sanità alessandrina, decisioni a tavolino che danneggiano il cittadino

by Pier Carlo Lava
Alessandria: Il recente trasferimento della fisioterapia dall’Ospedale al Borsalino, deciso come al solito a tavolino, non ha tenuto conto di alcuni problemi pratici e logistici in particolare per i pazienti disabili o con problemi di deambulazione.
Secondo quanto di evince dai mezzi di informazione e dalle esternazioni di addetti ai lavori:  
- manca un servizio navetta efficiente, 
- manca il punto giallo per i pagamenti, 
- i locali non sarebbero idonei per un problema di privacy
Come al solito in questo settore ma in generale in quello pubblico, gli interventi vengono decisi in modo burocratico a tavolino, senza tenere conto della realtà.

In questo modo si creano problemi ai cittadini e si favoriscono i servizi dei privati che penalizzano chi ha minori possibilità economiche. 
Non è questa la Sanità che vogliamo, continuando come si è fatto negli ultimi anni ad adottare certi provvedimenti, corriamo il rischio che anche l’Italia si troverà nelle stesse condizioni degli Stati Uniti (in particolare ora con l’avvento di Trump) dove la sanità è praticamente garantita solo a chi può permettersela e gli altri si arrangino.