giovedì 23 febbraio 2017

Confindustria, allarme crescita: "Pesa l'incertezza politica"

Il Centro studi Confindustria lancia l'allarme: "Freno alla ripresa da incertezza politica. Italia ultima nella Ue"
"Il Pil italiano e' atteso aumentare a ritmo lento anche nel primo trimestre 2017, dopo il +0,2% nel quarto 2016 e il +0,3% nel terzo". La stima e' contenuta in 'Congiuntura Flash' del Centro studi Confindustria, secondo cui "il ritmo rimane ben inferiore a quello dell'Eurozona, frenato dall'incertezza, specie politica". Secondo i tecnici di viale dell'Astronomia "l'Italia sfrutta bene il piu' robusto traino esterno, ma resta fanalino di coda, con una crescita inadeguata a uscire dalla crisi". Gli indicatori congiunturali, spiega ancora Confindustria, hanno un'intonazione un po' piu' positiva in avvio d'anno. Il Pmi composito in gennaio e' stabile (52,8, da 52,9 in dicembre); nel terziario segnala un lieve consolidamento (52,4, da 52,3); nel manifatturiero, invece, rileva un rallentamento (53,0, da 53,2), originato dalla domanda interna (la componente ordini esteri e' invariata), come confermato, tra l'altro, dalla minore fiducia dei consumatori. Continua a leggere….