giovedì 2 febbraio 2017

Conti pubblici, Padoan alla Ue: “Manovra pericolosa per economia italiana. Per noi rischi da politiche Usa e Uk”

La risposta, negativa, del ministero dell’Economia a Bruxelles che chiedeva una correzione di bilancio da 3,4 miliardi: “Nel Def impegno su lotta a evasione e tagli della spesa”
Pier Carlo Padoan il temporeggiatore dice no alla manovra correttiva da 3,4 miliardi chiesta da Bruxelles. E nella lettera inviata all’Unione chiama in causa l’incertezza economica e geopolitica legata a doppio filo con l’esito elettorale statunitense e con il caso Brexit. Per scongiurare una procedura per deficit eccessivo che farebbe aumentare gli interessi sul debito pubblico, il ministro del Tesoro propone infine a Bruxelles la solita ricetta di consolidamento, privatizzazioni e riforme strutturali.Nella missiva (LEGGI QUI IL TESTO INTEGRALE), indirizzata al vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis e al commissario, Pierre Moscosvici, ci sono quindi promesse quasi scontate che hanno per obiettivo evitare la procedura d’infrazione e ,allo stesso tempo, arrivare in campagna elettorale senza manovre restrittive. Per convincere Bruxelles ad essere benevola con Roma, Padoan ha ricordato gli sforzi fatti finora dall’Italia con la riforma del sistema della giustizia civile che “sta portando i suoi frutti”, le nuove regole per snellire la Pubblica amministrazione e la riorganizzazione del mercato del lavoro attraverso il Jobs Act. Continua a leggere…..