martedì 28 febbraio 2017

Crisi Pd Orlando: mi candido per responsabilità, perché Pd è utile a Italia. Contro politica prepotenza

Per la corsa alla segreteria scende in campo anche Andrea Orlando. Renzi: viaggio politico, in Usa cerco idee anti populisti. Dopo il referendum siamo tornati al passato, tutto è bloccato. Intanto gli scissionisti lavorano a "Costituente della sinistra"  
 “Ho deciso di candidarmi perché credo che ci voglia responsabilità, perché credo che il Pd debba cambiare profondamente per essere utile all'Italia e agli italiani". Lo ha detto Andrea Orlando, a margine della firma di una intesa sulla giustizia con gli enti locali a Ostia per il riutilizzo di immobili sequestrati.  "Credo e non mi rassegno al fatto che la politica debba diventare solo prepotenza". Ha dichiarato il ministro della Giustizia.  La commissione congresso potrebbe già concludersi venerdì approvando regole e date del congresso che dovrebbe concludersi con le primarie tra fine aprile ed il 7 maggio. "Il 7 maggio è San Nicola, non esiste", prendono tempo gli uomini di Michele Emiliano. Il governatore ironizza sulla mancata telefonata di Renzi dopo l'annuncio della sua candidatura e anticipa il senso della sua campagna. "Potremmo dire che c'è l'Io che ora domina il partito mentre speriamo che si affermi il Noi", dice Emiliano.  Continua a leggere…