domenica 12 febbraio 2017

Il presidente Di Masi e l’amore per l’Alessandria: “Nato da tifoso e grazie ai tifosi. È indissolubile”

Da Cruijff a Hornby, il Toro e De Gregori: il patron dei grigi racconta le sue passioni
«Febbre a 90’» di Nick Hornby - il classico sull’amore crudo, viscerale e inesplicabile per il gioco del calcio - è solo un pretesto per Luca Di Masi per raccontare la sua febbre da campo. Lo fa a Valenza, in un luogo inusuale per incontrare il presidente dell’Alessandria: la biblioteca. Ma si scoprirà, guarda caso dopo circa novanta minuti, che non è così estraneo al suo modo di essere. E di vivere: «Leggo tantissimo - svela a Riccardo Massola, direttore della biblioteca -. Ma solo libri che parlano di calcio, una passione che ho dall’età di 5 anni». Quindi pomeriggi, serate, nottate intere a scorrere righe in cui si parla di rigori, stadi, campi, partite impossibili, partite memorabili, gesti perfetti, gesti discutibili. Li divora, lo dice chiaro a una platea da stadio che ha portato al centro di cultura anche gli striscioni.   Continua a leggere….