venerdì 24 febbraio 2017

Nessuno ripara le strade, consumi di asfalto a picco

Consumi di asfalto a picco nel 2016. L’utilizzo del conglomerato bituminoso in Italia è sceso nuovamente al minimo storico, i lavori stradali sono “al palo” e per riportare in sicurezza le nostre strade occorrerebbe un piano straordinario da 40 miliardi di euro. Sono questi in estrema sintesi i dati emersi dall’analisi del Siteb, l’Associazione dei costruttori e manutentori delle strade nel corso del convegno apertura di Asphaltica,  salone europeo dedicato al comparto, in svolgimento a Verona.Allarmanti i dati relativi al 2016 riportati nell’analisi del Siteb (produzione di asfalto ferma a 22,371 mln di tonnellate di asfalto, -3,2% rispetto al 2015) che mettono in luce la battuta di arresto in materia di attività di realizzazione e manutenzione delle strade dopo il dato positivo del 2015 (+3,7% rispetto al 2014), il primo dopo 9 anni di calo ininterrotto. Un segnale quest’ultimo che secondo l’analisi la crescita di due anni fa era dovuta non a un’effettiva ripresa della manutenzione del nostro patrimonio stradale, ma era essenzialmente trainata da alcuni grandi lavori eccezionali e dall’esecuzione di alcune grandi opere autostradali nel Nord Italia. Continua a leggere…..