martedì 7 febbraio 2017

Trump: “Sosteniamo la Nato ma gli alleati facciano la loro parte”

Il presidente statunitense: «L’America e gli alleati distruggeranno l’Isis»
Gli Usa «sostengono con forza la Nato. L’unica cosa che chiediamo e che tutti i membri dell’Alleanza partecipino pienamente al finanziamento» della struttura investendo almeno il 2% del Pil. Così il presidente Usa Donald Trump in visita al Centcom a Tampa in Florida, il comando militare per a regioni Medio Oriente e Afghanistan e Pakistan, dopo che nel pomeriggio in una telefonata con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenber, aveva annunciato che a maggio sarebbe stato a Bruxelles al vertice dell’Alleanza Atlantica. In campagna elettorale Trump aveva definito la Nato «obsoleta» e minacciato di ritirare gli Usa se gli allati non avessero fatto tutti la loro parte.  «Proteggere gli Stati Uniti è il compito più importante che abbiamo» ha aggiunto. Nel promettere alle forze armate nuove tecnologiche e apparecchiature, Trump mette in evidenza che «i soldi dei contribuenti non saranno sprecati», come dimostrato dai “risparmi” spuntati con Lockeed Martin e Boeing. Parlando di terrorismo invece ha spiegato che l’Isis è impegnato in un «campagna di genocidio» sottolineando che «l’America e gli alleati distruggeranno l’Isis».