martedì 7 marzo 2017

“Il mio pollice tricolore per i giardini di Versailles”

Da Alessandria alla reggia più famosa del mondo. L’avventura di un appassionato di giardini e di storia
«Dal Piemonte mi sono portato un nocciolo da piantare nel parco reale. E, come vuole la tradizione dei giardinieri, tra le radici lascerò un messaggio in bottiglia: una dedica a mia nonna Mariuccia, che giorno dopo giorno mi ha incoraggiato, mi ha dato i consigli giusti, mi ha fatto superare i momenti di paura e mi ha permesso di diventare quello che sono». Soppesa le parole con la stessa calma con cui accarezza le foglie, ti fissa negli occhi così come guarda le spesse cortecce degli alberi, scruta l’orizzonte con la capacità di vedere linee e geometrie che solo i tempi della natura potranno un giorno disegnare. Omaggiando e rispettando, con ogni goccia di sudore, secoli di storia e bellezza. Giovanni Delù, 24 anni, di Murisengo, Comune in provincia di Alessandria, il suo regno lo ha trovato a Parigi, dove oggi è uno dei giardinieri di Versailles. «Per me, italiano, nato proprio nel Paese in cui è sorta la cultura del giardino, è un onore immenso essere qui. Sento la responsabilità del ruolo, ma sento la fiducia di chi mi sta intorno: ho spazio e occasione di liberare la creatività, di contemplare i progetti del passato per reinterpretarli e renderli contemporanei, di vivere l’emozione di studiare carte del passato e di entrare nella testa di persone vissute in altre epoche». Continua a leggere……