lunedì 20 marzo 2017

In Olanda l'economia va alla grande e le richieste d'asilo sono in calo. E allora perché gli elettori sono così arrabbiati?

Gli olandesi sono in media più ricchi e più felici della maggior parte degli europei. Contrariamente a quanto strillato in campagna elettorale da Geert Wilders, le richieste di asilo da parte di migranti extracomunitari sono in calo: nel gennaio di quest'anno sono state registrate 1.200 richieste in meno rispetto a gennaio 2016. E allora di cosa si lamentano gli olandesi? È una domanda aperta quella che accompagna il voto di oggi in Olanda, un appuntamento che invita a riflettere sulle origini del malcontento, sui paradossi della globalizzazione e sull’incapacità dei dati economici di descrivere a pieno ciò che accade ogni giorno nelle nostre società.I dati statistici sui migranti e le variabili economiche raccontano una realtà ben diversa da quella che ci si potrebbe aspettare da un elettorato così arrabbiato. Partiamo dai migranti: in un'intervista al Corriere della Sera Dirk ter Steege spiega, a nome dell'Ufficio centrale di statistica, cosa dicono i numeri sulle richieste d'asilo: Le richieste di asilo presentate da migranti extracomunitari al governo olandese stanno diminuendo di anno in anno, di mese in mese. Gli ultimi dati ufficiali parlano di 2.700 richieste registrate in questo mese di gennaio, 1.200 in meno rispetto al mese di gennaio del 2016. "Non so come vada in altri Paesi ma qui è così: una tendenza in calo già nel 2016 rispetto al 2015, e che ora continua. Si registrano meno richieste di ricongiungimento familiare, e arrivano meno persone che chiedono asilo per la prima volta". Continua a leggere…….