lunedì 6 marzo 2017

Inps, nuovo bando per l’assistenza domiciliare. Contributi a famiglie di 30.000 disabili

Messi a disposizione del programma Home Care Premium per il 2017, 220mila euro a sostegno delle spese per l’assistenza domiciliare
L’Home Care Premium è un progetto di assistenza domiciliare integrativa, promosso dall’INPS, al quale possono accedere dipendenti pubblici, pensionati pubblici e loro familiari, sulla base dei parametri di reddito e di gravità della disabilità, che consiste in un contributo economico a sostegno delle spese. Ne ha illustrato caratteristiche  e stanziamenti Tito Boeri, Presidente dell’INPS, nel corso di una conferenza stampa nella giornata di ieri. Vediamo di cosa si tratta.
SOSTEGNO A 30.000 NON AUTOSUFFICIENTI - Ad essere interessate  da questo progetto saranno circa 30.000 persone non autosufficienti in Italia: a dirlo, il presidente dell’INPS nel corso della conferenza stampa di presentazione.  Le risorse disponibili per il programma ammontano, per quest’anno, a 220mila euro, cifra superiore agli anni precedenti, che servirà a coprire una platea più ampia di beneficiari: entrano infatti anche i parenti affini di primo grado non conviventi e i soggetti legati da unione civile e conviventi. Il contributo consiste in un assegno mensile fino a mille euro, utile a a pagare l’assistenza domiciliare fornita da un badante o da un assistente, ma ancheb altri servizi socio assistenziali forniti dagli enti locali o pubblici convenzionati. 
CHI PUO’ RICHIEDERLO  - Il programma è limitato ai dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che contribuiscono alla gestione con lo 0,35% sulle retribuzioni dei lavoratori in servizio e con lo 0,15% versato su base volontaria dei pensionati oltre che dagli interessi su prestiti e mutui concessi agli iscritti. Continua a leggere…..