sabato 4 marzo 2017

L’ex consigliere comunale dei grillini Angelo Malerba condannato per furto a sette mesi

In aula in tribunale ad Alessandria questa mattina è stato anche disposto l’esame del video che lo ritraeva mentre apriva gli armadietti della palestra prima dell’arresto per furto
La condanna per il furto di due banconote da 50 euro, da un armadietto della palestra Pianeta Sport di Alessandria, è arrivata a un anno di distanza dall’inizio del processo direttissimo: all’ex grillino Angelo Malerba sono stati inflitti sette mesi di reclusione e 200 euro di multa, con i doppi benefici della condizionale e della non menzione.  Il pubblici ministeri, Andrea Zito e Alessio Rinaldi, avevano chiesto la pena a un anno e mezzo, negando il riconoscimento delle attenuanti generiche (che invece il giudice Giorgia De Palma ha poi concesso) a causa del comportamento «non collaborativo durante tutto l’iter processuale, privo di qualsiasi pentimento per un fatto spudoratamente evidente». Malerba era stato arrestato in flagranza il 10 marzo dello scorso anno. A tenere l’arringa finale in questo processo non è stato, oggi, il suo difensore di fiducia, Massimo Martinelli, perché ha dismesso il mandato durante l’udienza, per lo stesso motivo per cui lo aveva già dismesso alcuni mesi fa (lamentando la presunta falsità degli atti contenuti nel fascicolo processuale) salvo poi riprendere l’incarico, successivamente. E’ stato quindi nominato d’ufficio l’avvocato Francesco Ponzano che, nella limitatezza dei tempi in cui ha potuto prendere atto della vicenda, ha chiesto in prima battuta l’assoluzione per insufficienza di prove e, in subordine, il minimo della pena, con le attenuanti generiche e i benefici. Continua a leggere….