domenica 19 marzo 2017

Milan, finalmente Mati Fernandez: "L'Europa? Ci stiamo lavorando"

Il centrocampista cileno voluto da Montella ritrova il gol 391 giorni dopo l'ultima volta: "Grazie Montella, mi hai dato fiducia"
Visto come era andata la prima da titolare con il Milan (fuori dopo 11 minuti ad Empoli per infortunio, uno dei tanti in stagione), Mati Fernandez ha deciso di dare un saggio delle sue qualità al secondo tentativo. Ed è andata bene, benissimo. Mati parte forte, è tra i primi a impensierire la difesa del Genoa, coglie l'attimo quando deve: tocco sotto delizioso e 1-0 da tre punti. Il primo gol al Milan è decisivo, meglio di così non si poteva cominciare.
CHE ATTESA — Sì, cominciare, perché di fatto la stagione del 30enne cileno arrivato all'ultimo giorno di mercato dalla Fiorentina non era mai entrata nel vivo. Mati sbarca a Milanello e si fa male. Resta fuori fino a novembre, poi tre presenze a singhiozzo e ancora infortunio. Montella lo aspetta, perché lo ha voluto lui: ai tempi della Viola lo ha utilizzato praticamente in ogni zona del campo, dalla mediana alla trequarti. E contro il Genoa Mati ha mostrato le sue doti da jolly: una punizione che sfiora il palo, quattro tiri e due occasioni create, niente male per uno che gioca da mezzala. Tocca meno palloni dei compagni di reparto (anche perché gioca 74 minuti) ma è quello che si inserisce di più (e nella ripresa va vicino alla doppietta). Il gol in A, ritrovato dopo 391 giorni dall'ultima volta (febbraio 2016 in Atalanta-Fiorentina), è il giusto premio. Continua a leggere…..