sabato 4 marzo 2017

Nuoto, Pellegrini, che debutto: show nei 200 a Indianapolis

Federica, nell'Arena Pro Series, vince aprendo alla grande la stagione. Filippo Magnini, a 35 anni, è sesto nei 200 sl (in 1'49"76) che vedono sul podio solo britannici e il ritorno vincente di James Guy
Federica Pellegrini vince in America. Ad Indianapolis, nell'Arena Pro Series, passa dal terzo posto nei 100 sl al primo nei 200 sl, la sua gara centrale: la più longeva lascia tutte dietro in 1'56"07. Una macchina da combattimento, Fede: passata direttamente dall'oro mondiale in vasca corta di Windsor in Canada, a questo debutto nel 2017 in vasca lunga che prelude ad un'altra grande stagione da assoluta protagonista. Ormai Fede è a un passo dall'155" - prossimo appuntamento a Milano tra venerdì e sabato - e andare così veloce così presto è un segnale fortissimo per lei che cercava la conferma sulla sua voglia di continuare in acqua dopo la delusione del quarto posto olimpico. Un anno fa, ha perso infatti solo una gara quella del podio a Rio, per il resto è sempre stata al top, è tornata a nuotare sotto 1'55" e ci sono tutti i presupposti perché possa continuare a farlo. La sua motivazione resta spaventosa, al di là di tutto. E se i riscontri cronometrici sono questi, il lavoro di Matteo Giunta sarà facilitato nei prossimi mesi verso i Mondiali di Budapest di luglio. Una Fede da guerriera, che lascia a oltre 2" le avversarie. Un botto, ed un modo per dire alla grande patria del nuoto che quest'italiana vuole ancora sfidare Katie Ledecky e compagnia. Continua a leggere……