venerdì 24 marzo 2017

Orrore nel Napoletano, tredicenne disabile violentato da undici minorenni

L'episodio a Giugliano. Otto degli aggressori sono stati collocati in comunità, tre hanno meno di 14 anni e non sono imputabili
Una storia orribile di violenza arriva dalla zona giuglianese dove undici minorenni sono ora accusati di violenza sessuale ai danni di un ragazzino di tredici anni, affetto di una leggera forma di disabilità mentale. Otto sono stati raggiunti dalla misura del collocamento in comunità, tre hanno meno di 14 anni e dunque non sono imputabili.È iniziato tutto a gennaio 2017 a Giugliano, dopo la segnalazione della madre della vittima, che si è accorta di alcuni atteggiamenti inconsueti del figlio quando si trovava in compagnia di alcuni componenti del branco. A quel punto sono scattate le indagini condotte dai carabinieri di Giugliano diretti dal capitano Antonio De Lise sotto il coordinamento della Procura per i minorenni, che hanno portato alla scoperta di un drammatico quadro di sopraffazione. Uno dei bulli minacciava il tredicenne ti picchiarlo se non si fosse assoggettato alle violenza, che sarebbero sfare consumate in strada o, in una occasione, in casa di uno degli aggressori. Continua a leggere….