martedì 28 marzo 2017

Silicon Valley Study Tour, dal 16 marzo incontri a Novara


QUANDO::
30/03/2017 -da 16:15 a 18:15
Torna il progetto promosso dalla Fondazione Novara Sviluppo che darà agli studenti del DiSEI la possibilità di volare in California
Il prossimo 16 marzo torna a Novara il progetto “Silicon Valley Tour”, promosso dalla Fondazione Novara Sviluppo, che vede nuovamente tra i partner attivi il Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa dell’UPO.Il “Silicon Valley Study Tour” è un progetto che offre la possibilità agli studenti dell’Upo di vivere in prima persona un’esperienza in Silicon Valley e di poter avviare e intrattenere relazioni con responsabili di aziende della levatura di Ericsson, Facebook, Google, Hewlett Packard, Logitech e con studiosi e ricercatori di istituzioni quali UC Berkeley, Stanford University.Nella fase di preparazione e selezione, attraverso conferenze e testimonianze nelle aule dell’università e di Fondazione Novara Sviluppo, sarà favorita la diffusione delle informazioni, la selezione e la formazione dei futuri partecipanti al bando. Il percorso di avvicinamento alla data di partenza sarà accuratamente pianificato e organizzato, mantenendo vivo il coinvolgimento di tutte le parti interessate, così da valorizzare i benefici per tutti gli stakeholder e il territorio.Sarà il professor Roberto Candiotto, docente di Organizzazione aziendale e Sistemi informativi presso lo stesso DiSEI, ad accompagnare nel tour gli studenti selezionati; è proprio il professor Candiotto a sottolineare come «la visita alle varie realtà imprenditoriali sarà programmata in modo da incoraggiare l’organizzazione delle informazioni – che gli studenti potranno desumere dagli incontri con manager e imprenditori – in report strutturati, così da valorizzare al meglio le intenzioni del progetto: cristallizzare la conoscenza e renderla esplicita, mantenere vive le relazioni fra imprenditori, ricercatori, laureati e i corrispondenti negli Stati Uniti, lanciare idee per tesi e progetti imprenditoriali, ispirare nuovi percorsi».Al rientro in Italia gli studenti partecipanti – che sono iscritti sia a corsi di studio triennali sia magistrali – avranno il compito di realizzare report strutturati che costituiranno la base per lo sviluppo di tesi di laurea e avranno la possibilità di partecipare a incontri e convegni per diffondere sul territorio la conoscenza e i frutti dell’esperienza e, alle parti interessate, le opportunità di contatto con i partner americani.
Il calendario delle conferenze preparatorie si declinerà in quattro incontri, dal 16 marzo al 6 aprile.