mercoledì 1 marzo 2017

Spesa di oltre 2 milioni di euro in 2016

 Fp Cgil, ci sono 7 Comuni tra i primi 200 utilizzatori di voucher Nella lista figurano anche altre strutture della Pa, dei servizi sociali e assistenziali
25 febbraio 2017
 Sette Comuni tra i primi duecento utilizzatori di voucher, i buoni lavoro dal valore netto di 7,50 euro all'ora. E' quanto risulta dai dati forniti dall'Inps alla Cgil e rielaborati dalla Funzione Pubblica, la categoria dei lavoratori dei servizi pubblici del sindacato di corso d'Italia, per accendere un faro sulle Pa che nel corso del 2016 hanno utilizzato questo strumento per remunerare prestazioni di 'lavoro accessorio'. Nell'ordine, rileva la Fp Cgil, i comuni interessati, presenti nell'elenco dei primi duecento utilizzatori di voucher, sono: Benevento (201 prestatori con voucher per una spesa complessiva di 721.510 euro nel 2016), Padova (135 prestatori per 361.330 euro), Vallo della Lucania (401 prestatori per 334.400 euro nel 2016), Vasto (73 prestatori per 266.740), Ancona (89 prestatori per 261.350 euro), Trecase (93 prestatori per 246.140 euro), Boscoreale (86 prestatori per 226.680 euro). La Funzione Pubblica Cgil sottolinea inoltre, dai dati ricevuti dall'Inps, che "ci sono molti altri Comuni che ovviamente utilizzano i voucher ma solo guardando ai primi 200 utilizzatori in totale e solo per queste 7 amministrazioni i prestatori di lavoro accessorio sono stati 1.078 per una spesa complessiva di 2.418.150 euro nel 2016 per attività che hanno causali ricorrenti, quali manifestazioni sportive fieristiche ed eventi culturali o lavori di giardinaggio, pulizia e manutenzione dell'ente, mentre alcune risultano non classificate".  Continua a leggere……