venerdì 24 marzo 2017

Trattati Roma, il piano sicurezza: cecchini sui tetti, 39 varchi, 3mila agenti in strada: “Mai così tanti da funerali di Wojtyla”

La Capitale prepara per l'anniversario di sabato con "uno degli apparti di sicurezza più imponenti degli ultimi 10 anni", fa sapere la Questura. 5 i cortei previsti, allarme per quello di Euro-stop. Attesi black bloc da Francia, Germania e Grecia: 39 varchi per il centro ma nessuna zona rossa, vietati caschi e petardi
Oltre 3.000 agenti in campo, il triplo delle forze dell’ordine previste per eventi di questo tipo. E poi tiratori scelti sui palazzi (ma la “mappa” è top secret) e ben 39 varchi d’accesso al centro storico “allargato”, con particolare attenzione a Campidoglio e Quirinale. In campo anche unità cinofile, artificieri e finanzieri. Nonostante Roma sia abituata ad ospitare autorità di livello mondiale, in Questura ammettono che era “dai tempi dei funerali di Giovanni Paolo II che non c’era una mobilitazione tale, è di certo uno degli apparti di sicurezza più imponenti degli ultimi 10 anni”.Roma si blinda in vista di uno degli appuntamenti sul quale vige il serio rischio di disordini, con ben 5 maxi-cortei differenti e altri sit-in sparsi per la città. La celebrazione dei 60 anni dei Trattati di Roma – che sancirono la nascita della Comunità Economica Europea – vedrà arrivare nella Capitale d’Italia oltre 60 fra capi di Stato, ministri degli esteri e autorità politiche dal continente e da tutto il mondo, in un momento storico in cui l’Ue è al centro delle contestazioni delle masse. La possibile azione dei black-block si mischia al timore concreto di attentati terroristici, visti anche i fatti di Parigi Orly. I romani ricordano bene gli scontri del 15 ottobre 2011, ma anche le manifestazioni del 19 ottobre 2013 e del 31 ottobre 2013 terminate con la città messa a ferro e fuoco. Continua a leggere…..