lunedì 20 marzo 2017

Turchia, nuove tensioni con Paesi europei. Erdogan: "Reporter tedesco è agente terrorista, sarà processato"

Il clima si fa sempre più incandescente: convocato l'ambasciatore tedesco ad Ankara per protestare contro la manifestazione curda a Francoforte. E il ministro degli Esteri danese convoca l'ambasciatore turco a Copenaghen dopo le minacce rivolte ad alcuni cittadini turco-danesi che rischiano l'accusa di alto tradimento
Si riaccende la tensione tra la Turchia e i Paesi europei. I rapporti più difficili, al momento, sembrano essere quelli con la Germania: dopo la cancellazione di comizi di ministri turchi nel Paese europeo in vista del referendum costituzionale del 16 aprile - decisione per la quale il presidente Turco ha accusato la cancelliera Angela Merkel di ricorrere a 'metodi nazisti' -, a surriscaldare il clima è la vicenda del giornalista turco-tedesco Deniz Yucel. "Grazie a Dio è stato arrestato" e sarà processato, dato che è ritenuto un agente terrorista. A dichiararlo è il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, che ha aggiunto che il reporter sarà processato dalla 'magistratura indipendente' turca.Yucel è stato arrestato il 27 febbraio in Turchia, con l'accusa di 'propaganda a sostegno di organizzazione terrorista' e 'incitamento alla violenza pubblica'. Erdogan lo ha già definito in precedenza 'un agente tedesco' e un membro del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). Continua a leggere….