giovedì 20 aprile 2017

Biotestamento, Camera: sì al consenso informato. Il paziente può abbandonare le terapie

Via libera della Camera al primo articolo della proposta di legge sul biotestamento. L'articolo, passato con 326 voti a favore, regola il consenso informato del fine vita. Hanno votato contro Forza Italia e Alternativa Popolare, a favore il Pd, M5s e Mdp
19 aprile 2017
 Al paziente è riconosciuto il diritto di abbandonare le terapie. E' quanto ha stabilito l'Aula della Camera, approvando un emendamento della commissione Affari sociali che sopprime il comma 6 dell'articolo 1 della proposta di legge sul testamento biologico. Successivamente la Camera ha dato il via libera all'articolo 1 della proposta di legge sul testamento biologico. L'articolo rappresenta uno dei capisaldi dell'intero provvedimento e disciplina il consenso informato. Ma, soprattutto, grazie anche alle modifiche apportare durante l'esame in Aula, prevede che il paziente può rifiutare anche l'idratazione e la nutrizione artificiali. Esonera il medico da ogni responsabilità derivante dalla scelta del paziente di non sottoporsi a terapie, ma gli riconosce la possibilità di essere obiettore di coscienza e, quindi, di rifiutarsi ad esempio di staccare la spina. L'articolo è stato approvato a larga maggioranza: 326 i voti favorevoli. Hanno votato contro Forza Italia e Alternativa Popolare, a favore il Pd, M5s e Mdp.  Continua a leggere…..