giovedì 13 aprile 2017

Catasto, Irpef e nuove accise In arrivo un'altra stangata

La manovra colpisce direttamente tabacchi e giochi Ma il Def infierisce su Pmi, professionisti e proprietari
La rinuncia al tagli dell'Irpef, che era stata annunciata dallo stesso ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ai tempi di Matteo Renzi, impegni generici sulla riduzione del cuneo fiscale. Poi, soprattutto, la conferma di tutte le misure che sembravano scomparse. Gli aumenti per le accise e anche la riforma del catasto. Un doppio schiaffo a Renzi (che ieri ha comunque detto «Bravi» a premier e ministro proprio per non avere aumentato le imposte), al quale se ne aggiunge uno minore, con le misure anti Airbnb, che l'ex premier aveva escluso dalla legge di Bilancio e ora rifanno capolino nella manovra. Ma andiamo con ordine.Accise, tutte confermate Nella manovra da 3,4 miliardi ci saranno tutte le misure annunciate. Quindi gli aumenti delle accise sui tabacchi, dell'imposizione sui giochi e interventi «volti a recuperare base imponibile e ad accrescere la fedeltà fiscale». Più che una lotta all'evasione a tutto campo (che non è esclusa) ci sarà l'allargamento dello split payment. Continua a leggere……