lunedì 3 aprile 2017

Rapisce il figlio e tenta di uccidersi con lui, ma il bimbo fugge e si salva

L'uomo è morto nell’auto satura di gas, il piccolo è riuscito ad aprire la portiera. La madre, che ne aveva l’affido dopo la separazione, aveva denunciato il rapimento
Un uomo di 43anni, della provincia di Firenze, è stato trovato privo di vita all'interno della sua auto nella tarda mattinata di oggi a Montecatini Val di Cecina, nel Volterrano (Pisa). In salvo il figlio di 8 anni. Stando a una prima ricostruzione dei carabinieri, l'ipotesi è che l'uomo si sarebbe suicidato tentando di togliere la vita anche al figlio. Per farlo avrebbe usato il gas di una bombola trovata nella macchina. Il bimbo quando l'auto era già satura di gas, sarebbe riuscito ad aprire la portiera e allontanarsi. I soccorritori avrebbero trovato all'interno della vettura alcuni scritti dell'uomo nei quali si spiegherebbero le ragioni del gesto. Il 43enne è stato rinvenuto in posizione reclinata sul sedile posteriore.
Il bimbo ha dato l'allarme
E' stato il bambino a dare l'allarme suonando il campanello di un'abitazione vicina al luogo dove il padre aveva parcheggiato l'auto. Alle persone che gli hanno aperto la porta ha spiegato l'accaduto e poi è stato soccorso e trasferito in ospedale a Pontedera (Pisa), a scopo precauzionale. Le condizioni del minore, che non ha ancora compiuto nove anni, non sono preoccupanti. La madre, che vive in provincia di Napoli insieme al figlio, è già stata informata dai carabinieri e sta viaggiando verso la Toscana. Continua a leggere….