lunedì 3 aprile 2017

Russia, nuovi cortei di protesta a Mosca: 31 arresti. Metal detector per accedere alla Piazza Rossa

Anche in questo caso, come per gli arresti della scorsa settimana, le persone fermate sono accusate di avere violato l'ordine pubblico, visto che si stratta di manifestazioni non autorizzate. Bloccata piazza Pushkin, tradizionale punto di ritrovo per gli attivisti
A una settimana dal corteo anticorruzione che ha visto finire in manette anche il leader dell’opposizione Alexei Navalny, almeno 31 persone sono state arrestate a Mosca durante altre manifestazioni non autorizzate. L’accusa, secondo quanto riferisce Interfax, è di aver violato l’ordine pubblico. L’accesso alla Piazza Rossa è possibile solo attraverso il metal-detector e gli agenti hanno bloccato piazza Pushkin, tradizionalmente il punto di incontro dei manifestanti.Tra loro ci sono anche Pavel Dyatlov, un sedicenne diventato simbolo delle proteste dei giovani in Russia dopo essere stato fotografato la settimana scorsa mentre si arrampicava su un lampione durante le manifestazioni dell’opposizione. Secondo il sito Ovd-Info, che monitora i casi di repressione del politica nel Paese, oltre a lui in manette sarebbe finito anche un altro oppositore molto noto, Ildar Dadin, il primo attivista a finire in carcere – per due anni e mezzo – per avere violato la controversa “legge anti-proteste” del 2014. Continua a leggere…..