martedì 4 aprile 2017

SEMINARIO-CONCERTO IN TRE APPUNTAMENTI (con n° 3 anteprime per le Scuole)

Alessandria: SEMINARIO-CONCERTO IN TRE APPUNTAMENTI (con n° 3 anteprime per le Scuole) 
“MUSICA: LA VOCE DELLE ARTI” 
Viaggio nel rapporto tra la musica e le altre espressioni artistiche attraverso suoni e immagini di e con SARA TERZANO, Arpista e Architetto 
TEATRO COMUNALE – Sala Ferrero | Viale della Repubblica 1 ALESSANDRIA 
1)   Venerdì 7 Aprile 2017:  Musica: la voce delle arti | Il linguaggio della creatività
2)  Venerdì 21 Aprile 2017: Musica vs Architettura
3)  Venerdì 28 Aprile 2017: Musica vs Arte 
Per il Pubblico: Ore 17.00 ingresso libero 
Per le Scuole (con prenotazione): Ore 11.30          
Musiche eseguite dal vivo all’arpa celtica e moderna
da Sara Terzano
e dagli ensembles di docenti e allievi 
Per informazioni scrivere al seguente indirizzo e-mail: sararpa@yahoo.it
Aggiornamenti sui siti  www.conservatoriovivaldi.it   www.saraterzano.it
____________________________________________________________
“MUSICA: LA VOCE DELLE ARTI”, ITINERARIO MUSICALE ALLA SCOPERTA DEL DIALOGO TRA L’ARTE DEL SUONO E L’ARTE DELLA MATERIA 
Un viaggio attraverso suoni e immagini per esplorare il rapporto tra la musica e le altre espressioni artistiche. E’ questo l’obiettivo del Seminario-Concerto in tre appuntamenti “Musica: la Voce delle Arti” realizzato dalConservatorio di Musica “A. Vivaldi” in collaborazione con la Città di Alessandria - Assessorato ai Beni e alle Politiche Culturali e che avrà luogo al Teatro Comunale di Alessandria venerdì 7, 21 e 28 Aprile prossimi. 
Per l’occasione Sara Terzano, docente di Arpa del Conservatorio, laureata in Architettura presso il Politecnico di Torino con una tesi sul rapporto Musica e Spazio seguita dal perfezionamento in Museografia, guiderà il pubblico alla scoperta dell’interazione tra Musica, Arte e Architettura attraverso proiezioni di immagini e brani interpretati dal vivo all’arpa celtica e all’arpa moderna e da ensembles di docenti e studenti. 
Il seminario-concerto offre la possibilità allo spettatore di seguire un rapido excursus sulla storia dell’arte e della musica, dalle origini alla contemporaneità, reso più coinvolgente dalla suggestione di immagini proiettate in dialogo con un repertorio musicale selezionato ad hoc. Un itinerario denso di spunti e suggestioni alla scoperta di Musica, Arte e Architettura. La musica è arte invisibile, eterea, vive oltre la materia. La puoi portare sempre con te, seguendo con la mente una melodia o riproducendone l’incanto in ogni luogo.

Ma la musica può interagire con la materia e con lo spazio attraverso le arti visive e plastiche così come pittura, scultura, architettura possono trovare una voce tramite la musica. La musica plasma con i suoni l’ambiente architettonico, cambiando la percezione dello spazio in un gioco di emozioni.
Colore, forma, segno, tonalità, ritmo, armonia...il linguaggio dell’ “arte dei suoni” e dell’ “arte della materia” è lo stesso.

Sara Terzanolaureata in Architettura e specializzata in Museografia presso il Politecnico di Torino, ha avuto modo di approfondire il tema dell’interazione tra le Arti presentando  conferenze e seminari per la Facoltà di Architettura I del Politecnico di Torino, i Conservatori di Musica “L. Canepa” di Sassari e “N. Rota” di Monopoli,  il Museo Egizio, il Museo d’Antichità, il Museo Regionale di Scienze Naturali, il Museo d’Arte Decorative “P. Accorsi” di Torino, la Rassegna “Polincontri classica” del Politecnico di Torino, la Biennale della Democrazia all’Università degli Studi di Torino, l’Istituto Civico Musicale di Pinerolo, il Politecnico di Milano sede di Como, il XXX e XXXI Festival Internazionale di Villa Faraldi, la “Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo”, il Festival Internazionale “Architettura in Città” di Torino (2013-2014-2015), il Teatro Regio di Torino, il Palazzo Reale di Milano, “ La Città del Dialogo 2016”, Pistoia…  (per citarne alcuni) riscontrando grande interesse nel pubblico e negli enti culturali coinvolti.

Il Seminario-Concerto, ad ingresso libero e gratuito con inizio alle ore 17 per il pubblico e anteprima con prenotazione obbligatoria alle ore 11.30 per le Scuole, sarà dunque occasione anche per ascoltare da vicino un ricco repertorio eseguito dal vivo che va oltre i confini della  Musica Classica per “giocare” con il Jazz, le atmosfere celtiche, il Tango e la Musica da Film.
Il primo appuntamento, Venerdì 7 Aprile, introdurrà il tema dell’interazione tra le Arti esplorando i diversi linguaggi della creatività e le loro relazioni.
La seconda tappa, “Musica Vs Architettura”, il 21 Aprile 2017, entrerà nel vivo del dialogo tra Musica e Architettura, giocando con le affinità ed i contrasti tra suono e materia, tra effimero e tangibile.
A chiudere il percorso, “Musica Vs Arte” il 28 Aprile 2017; per l’occasione  verrà presentato un rapido excursus alla ricerca delle interazioni tra la musica e le arti plastiche e visive con esempi di collaborazione tra artisti e musicisti e nel richiamo più sommerso di suggestioni tra le diverse espressioni della creatività.
Lo scopo è di sensibilizzare alla ricerca della multidisciplinarietà delle espressioni artistiche, per cercare le affascinanti relazioni tra i diversi linguaggi della creatività e dare nuove chiavi di lettura per godere su più livelli della bellezza della Musica, dell’Arte e dell’Architettura.

Musiche eseguite dal vivo di: tradizione bretone, gaelica, inglese, irlandese; tanghi e seguidillas – J.S. Bach – G.F. Haendel – Alphonse Hasselmans – V. Bellini - Gabriel Fauré – C.C.  Saint-Saëns - Jules Massenet – Modest Petrovich Mussorgsky – Jacques Ibert -  Pearl Chertok – Carlos Salzedo – Nino Rota – Ennio  Morricone –  Paul Winter - Sara Terzano
________________________________________
  
SARA TERZANOarpista e architetto torinese, dopo aver conseguito il  diploma in Arpa presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino nella classe di Gabriella Bosio (“Premio M. Vico” per il Miglior Diploma), si è poi perfezionata con il M° Francis Pierre all’Ecole Normale de Musique “A. Cortot” di Parigi come borsista “De Sono” conseguendo il “Diplome Supérieur d’Execution” e al Corso di Alta Specializzazione dell’Accademia della Filarmonica della Scala (Direttore principale: Riccardo Muti) esibendosi anche come solista. Nel 2001 si è laureata a pieni voti in Architettura con una tesi sul rapporto Musica-Spazio presso la Facoltà di Architettura I del Politecnico di Torino dove, specializzatasi in Museografia, è nominata “cultore della materia”, dal 2001 al 2005 per il Workshop “Architettare con il Teatro” con contributi per il Corso di Scenografia e per il Laboratorio di Progettazione Architettonica I e nel 2009 per il Corso di Progettazione del Politecnico di Milano.

Come arpista è stata premiata in numerosi concorsi nazionali ed internazionali vincendo -tra questi- l’edizione 1991 del Concorso Nazionale di Arpa V. Salvi. Dal 1989 si è perfezionata in Italia con  Giuliana Albisetti, Fabrice Pierre, Elizabeth Fontan-Binoche, Elena Zaniboni, Maria Oliva De Poli e Luisa Prandina e a Madrid con l’arpista russa Tatiana Taouer. Svolge intensa attività concertistica anche con l’arpa celtica sia come solista che in  diverse  formazioni  cameristiche, con particolare predilezione verso contesti di rilevanza architettonica, storica e paesaggistica.

Fondatrice nel 2001 del Gruppo Cameristico Alchimea, sperimenta nuovi repertori e nuove formazioni con attenzione verso gli orizzonti della musica Jazz e della World Music, dedicandosi anche alla composizione ed all’arrangiamento dei brani. Alchimea è ensemble residente della Rassegna Concertistica “Musica: Magia dei Luoghi”, itinerario musicale e culturale in luoghi di pregio storico e architettonico da lei ideato nel 2008 e del Festival Internazionale di Villa Faraldi e delle sue Masterclasses dalla XXX Edizione del 2013. Collabora in qualità di Prima Arpa con numerose orchestre sinfoniche e operistiche tra cui: l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Teatro e l’Orchestra Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra dell’Accademia della Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica della Moldavia, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari,  la Compagnia d’Opera Italiana, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Sinfonica della Valle D’Aosta, l’Orchestra Classica Italiana, l’Ensemble Accademia Domino e con il Gruppo Cameristico Gamut.

Nel 1994 si è avviata la collaborazione con il Teatro Regio di Torino e con la Soprintendenza alle Antichità Egizie di Torino e, in seguito, con il Museo Regionale di Scienze Naturali per creare lezioni-concerto, materiale didattico e rassegne concertistiche. Da anni esplora il rapporto “Musica, Arte e Architettura” ideando e realizzando conferenze-concerto e seminari su invito di prestigiose realtà culturali, Musei e Università occupandosi dei testi, delle immagini e delle musiche. Dal 2000 ha pubblicato il cd di musiche inedite per arpa sola “Note per un viaggio immaginario” e il cd “A Merit – Concerto di flauto e arpa” (ed. Videoradio-Fonola) e ha preso parte al film “Nonhosonno” del regista Dario Argento. Nel 2005 ha partecipato a Lugano (Svizzera) al Progetto Martha Argerich organizzato dalla Radio Svizzera Italiana all’interno del “Lugano Festival Musica”, registrato e trasmesso su Radio 2. Nel 2011 ha presentato in diretta suonando dal vivo a Radio RAI Suite il Cd “La Loggia delle Fate” che raccoglie sue musiche e arrangiamenti. E’ stata invitata ad esibirsi come Solista in Italia e in Spagna con la Filharmonia de Cambra de Barcelona, l’Orchestra della Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia di Schio, l’Orchestra Cameristica di Varese e la Nova Orquestra De Cambra della Reial Academia Catalana de Belles Arts  suonando brani per arpa e orchestra dal principale repertorio (Haendel, Mozart, Debussy) e prime esecuzioni di opere contemporanee. 
Attualmente, dal 2015, è docente titolare della cattedra di Arpa presso il Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria per l’Alta Formazione Artistica Musicale (MIUR) nei Corsi Tradizionali e nel  Nuovo Ordinamento. Dal 2003 è stata docente anche nel Triennio e nel Biennio Specialistico ai Conservatori di Musica di Sassari (2003-10), di Como (2010-11)  e di Monopoli (2011-15) con Staff Training al Conservatoire Royal di Bruxelles, alla Royal Academy of Music ed al Trinity College of Music di Londra.